Vicenta, Sam Orti
Vincitori concorso internazionale

La giuria internazionale Filmidee (composta da Daniela Persico, Alessandro Stellino, Tommaso Isabella, Gabriele Gimmelli)

decreta come miglior cortometraggio del concorso internazionale:

Qu Da Hai De Lu Shang (On the way to the sea)
di Tao Gu, Cina/Canada 

Per l'equilibrio tra impegno documentario e sperimentazione visiva e la capacità di trovare un'elaborazione estetica in grado di scartare i rischi del sublime e del patetismo di fronte alla catastrofe. E perchè ci mostra come per il cinema sia ancora possibile, oltre che doveroso, essere un veicolo di testimonianza e memoria, trovando forme che incarnino in modo problematico il debito delle immagini nei confronti del reale. 

La giuria intende sottolineare il proprio apprezzamento a due cortometraggi ritenuti meritevoli di menzione:

Keha Malu (Body Memories) 
di Ulo Pikkov, Estonia

Perchè con tecniche e tonalità differenti, inventa situazioni visive potenti ed evocative 

Ich Bin's Helmut (It's me Helmut) 
di Nicolas Steiner e Stefanie Ren, Svizzera

Perchè con tecniche e tonalità differenti, inventa situazioni visive potenti ed evocative

Il premio del pubblico va a: 

Vicenta di Sam Orti, Spagna

Vincitori concorso nazionale

La giuria nazionale FilmWork (composta da Luca e Carlo Dal Bosco, Giovanni Agostani, Andrea Andreotti, Linnea Merzagora)

decreta come miglior cortometraggio del concorso nazionale:

Omero bello di nonna di Marco Chiarini

Per la delicatezza dimostrata nel trattare il tema complesso del disagio psichico e psicologico, per la fantasia dell'apparato d'animazione grafica e per l'equilibrio del racconto, espresso con toni ironici e leggeri ma mai banali.

Il premio del pubblico va a:

Io sono qui di Mario Piredda, Italia

 
 
Iscriviti alla news letter