Il seno grande resta sempre un mito

Cambiano i tempi, ma non le mode: a guardare gli ultimi trend del 2017 sulla chirurgia estetica si scopre che in Italia trionfano ancora le richieste per gli interventi al seno, per aumentare una taglia che non riesce ad assecondare i desideri della donna stessa o del suo partner.

Sembrava un trend in discesa, ma la realtà ci dimostra che non è assolutamente così. Il seno grande continua a essere un “must” per le donne (e gli uomini) in Italia, e le recenti statistiche sulle richieste di intervento di chirurgia plastica confermano che la mastoplastica additiva è sempre al primo posto, anche nel mondo.

L’esempio del porno. Come spesso capita, il mondo del porno detta la linea in anticipo: negli anni Novanta infatti i film “a luci rosse” erano dominati dallo stereotipo della protagonista bionda e molto dotata, che dominava su tutti gli altri modelli femminili, e così è stato fino all’arrivo di nuove star all’orizzonte, come Stoya, Sasha Grey e Riley Reid, che invece hanno accontentato anche le fantasie di quanti invece preferiscono la donna più “realistica” e meno formosa.

Come cambia. Oggi però il mercato sembra scisso, e possiamo vederlo anche dalle ultime produzioni dvd presenti sul portale Sexlovershop: da un lato, infatti, ci sono queste pornostar dall’aspetto “normale”, mentre dall’altro non mancano le attrici tettone che sono spesso protagoniste di produzioni dal tono più “esagerato”.

ragazze-seno-grande

I premi a luci rosse. Una ulteriore conferma arriva dall’ultima cerimonia di premiazione degli AVN Awards 2017, ovvero gli Oscar del mondo della cinematografia porno, che ha riunito tutti i principali interpreti e star della categoria delle luci rosse, con oltre 100 sezioni di premi, che sono stati attribuiti anche a siti e aziende produttrici di sex toys. 

Orgoglio italico. Spazio anche per l’orgoglio italiano, visto che tra i premiati ci sono stati anche Valentina Nappi (vincitrice per la scena transessuale girata con la mitica Buck Angel) e Rocco Siffredi, che si è aggiudicato il premio per Best Foreign Non-Feature (Miglior attore straniero non protagonista) per Rocco’s Italian Porn Boot Camp 2 e Best Foreign Series (Miglior serie straniera) on Rocco One on One.

Il film dell’anno. Il miglior film dell’anno – e uno dei più premiati in assoluto – è stato Suicide Squad XXX: An Axel Braun Parody (che ovviamente fa il verso al cinecomic di casa DC dedicato alle avventure dei “cattivi” dei fumetti), che ha portato a casa le statuette per Miglior Film, Migliore Parodia, Miglior Trucco e Sceneggiatura tra le Parodie. Anche la miglior attrice tra le produzioni dello scorso anno è stata scelta da questo film, ed è Kleio Valentien.

Kleio protagonista. Nata in California nel gennaio del 1986, Kleio non è nuova alle scene del porno né ai premi, visto che già nel 2016 era stata incoronata come miglior attrice non protagonista per “Batman v Superman XXX: An Axel Braun Parody“. Agli occhi dei più attenti non è passata inosservata l’operazione chirurgica cui la bionda attrice si è sottoposta negli anni passati per aumentare la taglia del proprio seno, che oggi ha raggiunto la terza misura (32E, nella misurazione americana).

Il miglior seno. Sempre in tema “tette” va citato il premio speciale dei fan per la categoria “Most Spectacular Boobs” (ovvero, seno più spettacolare, traducendo alla lettera), che è andato alla bella August Ames, attrice canadese di 23 anni salita alla ribalta nell’ultimo biennio grazie a film come Safe Landings, Spandex Loads 8 e Oil Overload 12. In questo caso, il pubblico ha di sicuro apprezzato il seno naturale dell’attrice (una quarta pressoché perfetta), ma di recente ha puntato il dito contro il ricorso alla chirurgia estetica al viso, che ha cambiato l’aspetto della ragazza sorprendendo in negativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *