Cunnilingus : cos’è

Il sesso orale è una pratica che piace a moltissime donne

sesso-orale

Per questo motivo se si trova qualcuno che sa praticarlo bene e meglio tenerselo stretto, anche in questo caso sono indicate delle precauzioni, viene raccomandato l’uso del “Dental Darms”, soprattutto se non si hanno notizie in merito ai trascorsi sessuali del partner.

Ci sono molte malattie che possono essere trasmesse con rapporti orali con le donne, anche se i rischi sono inferiori rispetto all’atto sessuale diretto senza profilattico, è comunque importante parlare col proprio partner e avere ben chiara la situazione riguardante la sua salute.
Una volta stabilito che non si corre il rischio di contrarre malattie è arrivato il momento di fare il passo successivo e avvicinarsi all’intimità della donna.

La vagina ha varie forme, non è mai uguale, alcune hanno labbra grosse e lisce, altre ce l’hanno fuori e altre sono ripiegate in dentro, ci sono quelle coperte da cespugli e quelle che hanno poca peluria , insomma, ce né per tutti i gusti.
Quando si fa l’amore, parlare alla propria donna dicendole cosa vi piace di lei può essere una mossa vincente per rendere il tutto ancora più eccitante e per facilitare il raggiungimento dell’orgasmo.

Come fare del sesso orale perfetto?

Per prima cosa bisogna guardarla, capire com’è fatta e scegliere l’approccio migliore per darle piacere, una volta capito, bisogna avvicinarsi delicatamente alle grandi labbra, aprirle fino a vedere il clitoride, che può essere di misure differenti, proprio come per il pene degli uomini.
Non bisogna dimenticare che prima di andare alla vagina è importante toccare le altre parti del corpo della donna per farla eccitare, partendo dalla bocca fino al resto del corpo, soffermandosi sulle zone erogene come i capezzoli, il collo, i fianchi, le orecchie, l’ombelico.

Le donne amano essere toccate, baciate e assaggiate, scoprire le loro parti più sensibili e poi scendere lentamente avvicinandosi alla vagina, potrebbe essere stuzzicante, così come leccarle nell’intero della coscia.
Ogni volta che si tocca la vagina bisogna essere certi di avere le dita bagnate, perché il clitoride non ha nessun tipo di secrezione ed è estremamente sensibile, se la zona è asciutta sarà doloroso.

Prima di arrivare a questo bisogna leccare l’interno coscia, strofinare la faccia sul cespuglio, passare le labbra sulla fessura senza spingere, per eccitarla ancora di più, per farle desiderare la lingua, a quel punto si posano le labbra nella parte superiore della vagina. La lingua deve scorrere su e giù lentamente, tenerle aperte le gambe con le mani può aiutare.

Facendo questi movimenti la donna si eccita e il suo clitoride diventa duro e fuoriesce, in quel caso bisogna leccarlo e stimolarlo con la lingua e le labbra, spingendo dolcemente e poi dando colpetti, questo provoca un fremito nelle gambe, proseguendo, arriverà all’orgasmo, a quel punto bisogna mettere le labbra a forma di “O” e tenere il clitoride in bocca.
Si inizia a succhiare dolcemente, aumentando il ritmo e seguendo quello dettato dalla donna fino a che non tira su il bacino per la tensione dell’orgasmo che sta per arrivare, non bisogna lasciare il clitoride ma continuare ad assecondarla fino ad accompagnarla in quella dolce esplosione.

È importante ricordare di ascoltare la donna mentre raggiungere l’apice del piacere, molti uomini si fermano troppo presto e bloccano l’orgasmo, quando lei dice di non fermarsi, bisogna continuare, anche se stanchi.

 
Fonti: http://www.latuamilf.com/incontri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *