Escort, oltre le gambe c’è di più

Amore e sesso, due realtà impercettibilmente vicine, l’uno il risvolto dell’altro, senza un vero perché o semplicemente con un perché nascosto. Forse mente e cuore che non possono prescindere tra loro, forse che per stimolare la mente ci vuole il corpo e forse perché il corpo senza mente non ha che offrire.

Eppure ai giorni nostri, dove l’amore è diventato un di più, un soprammobile di cui fare a meno volentieri, è più facile guardare solo al corpo, è più convenienti regalarsi serate di sesso passionale, rotolandosi nel letto con uno (o una) sconosciuto e tornare il mattino segue a fare la propria vita. Del resto è un po’ quel che accade a chi del sesso ne ha fatto un mestiere, come le escort presenti su Sexyguidaitalia.com (ma anche gli escort che stanno diventando gettonati negli ultimi periodi).

Ma chi sono le escort?

Escort è prostituirsi: non c’è nulla di più sbagliato in questa affermazione. Le escort sono delle donne, con un carisma particolare, una buona presenza, una dialettica come poche. Hanno un portamento serio ed elegante che non rasenta mai la volgarità. Sono giovani donne dal bell’aspetto che senza alcun tipo di eccesso si prestano in cambio di soldi. Un lavoro del tutto autonomo e peculiare dove sono loro a decidere se e come concedersi a letto. Ma non parte certo tutto dal sesso, che volendo può rimanere ben lontano dalle attività di una escort. E allora di cosa parliamo? Parliamo di una società in cui non si dà più spazio alla conoscenza di una donna, o di un homo, una società in cui è molto più facile comporre il numero di un’agenzia di escort per ingaggiare un’accompagnatrice.

Ed è proprio questa la vera essenza del termine: compagnia. Uomini d’affari che hanno dimenticato come abbordare una donna, e per quella noiosa cena di lavoro preferiscono farsi accompagnare da una donna avvenente che non li faccia sfigurare e che soprattutto sia oggetto di invidia e desiderio di tutti gli altri commensali. Piacevoli serate in compagnia di donne astute e intelligenti che sanno quel che fanno e sanno fino a che punto spingersi, perché la loro tariffa sarà già esosa per la sola presenza al fianco di quel business man.

E se poi ci sarà il dopocena questo potrà deciderlo solo lei, che conduce furbamente il gioco e tiene in pugno quell’uomo bramoso di possederla nel letto. Sarà l’Escort a dire come quando e dove, sarà lei a decidere se la sua compagnia, già pagata a peso d’oro, possa concludersi in una serata rovente, in una camera lussuosa d’albergo, dove i confort non mancano.

Le escort, mai definirle prostitute

E non è giusti dunque definire prostitute le escort, donne che non hanno nulla a che vedere con la volgarità del marciapiedi e la mania di denudarsi per strada solo per una marchetta di poco conto.

No, le escort, gli escort, sono di più. Loro usano la mente, loro sono intelligenti, sfruttano il corpo non per godere o dare piacere, ma per garantirsi un bottino a fine serata, che non serve a salvarli dalle bollette, serve piuttosto ad arricchirli, a concedere loro quella vita di lusso che assaporano e amano in compagnia dei loro clienti, troppo presi dal lavoro per accorgersi di esser diventati la gallina dalle uova d’oro si giovani donne avvenenti, definite escort.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *