Perché il massaggio tantra risveglia il piacere sessuale femminile?

Lo stressdella vita quotidiana, piuttosto che la ormai stancante routine, possono sopire significativamente il desiderio sessuale delle donne. Queste, però, sono solo due delle cause che portano le persone del genere femminile ad un calo del desiderio. Tra le altre, spicca, non di rado, una costante mancata attrazione verso il partner, che porta a rapporti poco stimolanti e a simulazioni, più o meno riuscite, per far felice il compagno o marito. 

Una situazione di malessere che diventa cronica, difficilmente superabile anche coi cosiddetti “partner occasionali”, talvolta del tutto inutili per superare questa situazione che incide anche sulla psiche della donna. In questi casi, un ottimo consiglio può essere quello di rivolgersi ad un’antica arte indiana, che sta riscuotendo attualmente un grande successo presso il gentilsesso: il tantra per donna

L’importanza di creare un rapporto empatico col soggetto che effettua il tantra

Esso non è un semplice massaggio, ma un’esperienza sensoriale ed emotiva di fortissimo impatto che si pone, come scopo principale, quello di risvegliare il desiderio nella donna, sollevandola da blocchi mentali e fisici che non le consentono, ormai da diverso tempo, di raggiungere l’orgasmo. Un’esperienza, di conseguenza, decisamente più elevata di un semplice massaggio: il ritrovato benessere psico-fisico della donna, infatti, è l’obiettivo principale di questa nobile ed antica arte. 

Prima di eseguire il massaggio tantrico, di conseguenza, è opportuno stabilire un rapporto empatico con il soggetto deputato a lavorare sul corpo della donna. Nel colloquio è indispensabile che la persona faccia presente tutte quelle problematiche, anche quelle reputate apparentemente meno importanti, che la ostacolano a livello mentale e fisico nell’ottenimento del piacere. 

E’ molto importante, inoltre, stabilire quali siano i limiti del pudore: non tutte le donne, infatti, sono uguali. Ed alcune di esse potrebbero trovare ulteriori blocchi nel lasciarsi andare immediatamente: non è casuale, di conseguenza, che il massaggio tantrico si sviluppi in una serie di sedute plurime, che consentano alla donna di liberarsi di ogni freno inibitore e al massaggiatore di entrare in piena sintonia con la stessa, riuscendo nell’obiettivo di risvegliare il desiderio della propria assistita. 

D’altro canto, uno dei propositi del mantra per donna è quello di stimolare punti inesplorati del corpo e della mente per farle rivivere una sensazione di puro ed impagabile piacere, consentendo alla stessa di ritrovare una vita sessuale felice ed appagante. Al corpo della donna viene riservato un trattamento di prim’ordine: da esso passa inevitabilmente il benessere della donna, che deve innanzitutto, però, liberarsi di eventuali preclusioni mentali. 

Pazienza e clemenza: elementi propedeutici al raggiungimento di un orgasmo intenso e duraturo

Un percorso, come detto, che richiede talvolta tempo e pazienza: l’abbandono dei sensi ed il relax, in alcuni casi, sono elementi che si palesano solo dopo alcune sedute. Le donne che si sottopongono al tantra, di conseguenza, non devono avere alcuna fretta nella ricerca del piacere perduto: ci vuole clemenza e buona volontà per raggiungere l’orgasmo e ritrovare la pace dei sensi. 

E’ fuori di dubbio che il tantra, quando effettuato da veri ed autentici professionisti, consenta alla donna di raggiungere un orgasmo intenso e duraturo, in grado di abbattere definitivamente tutte le tensioni e blocchi mentali che le hanno precluso, per svariato tempo, di provare piacere durante il rapporto sessuale: per raggiungerlo, il massaggiatore coinvolge tantissimi punti sensoriali, alcuni dei quali sino a quel momento totalmente sconosciuti alla persona che si sottopone al massaggio. 

Solo attraversomovimenti lenti ed intensi è possibile risvegliare le sensazioni corporee ed ottenere un piacere davvero duraturo, profondo, intenso e coinvolgente. D’altro canto, il principale obiettivo della filosofia tantrica, che nasce oltre 2000 anni fa in India, è consentire al corpo uno stato di massima energia: senza di esso, è assai complesso poter raggiungere l’estasi suprema dell’orgasmo. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *