Sesso footjob, come praticarlo

Tra i giochini proibiti che fanno impazzire i feticisti dei piedi, la fantasia più ricorrente riguarda il footjob.
Questa parola dal suono già maliardo di per sè, nasconde un mondo di piacere ed eccitazione ineguagliabili per alcuni uomini.

La prima cosa ovviamente è chiedere alla propria partner. Se non è ancora nel suo repertorio di preliminari piccanti, è ora di provvedere. Se invece vuoi un metodo più veloce per realizzare le tue fantasie, il web è sempre di aiuto. Se per esempio cerchi una donna che ami praticare il footjob a Roma, o nella città più vicina a dove ti trovi, uno dei metodi più rapidi è navigare in internet esplorando siti tematici. Troverai moltissime donne che aspettano qualcuno che possa venerare i loro piedini, e usarli per rendere molto felice un feticista.

Come praticare il footjob perfetto

Che i piedi di una donna siano ritenuti una zona erotica altamente eccitante è risaputo.
All’atto pratico ci sono però una miriadi di varianti estremamente piccanti che possono esercitare un grosso fascino su un feticista o anche su uomini che amano esplorare il sesso in più direzioni.

Partiamo da una pratica stuzzicante che prende il nome di dangling.
Questa pratica prevede un gesto del piede che lascia dondolare – di qui la parola dangling – la scarpa parzialmente sfilata e trattenuta solo con la punta delle dita del piede.
Questa azione è quasi ipnotizzante, e produce un certo turbamento. A volte una donna la compie involontariamente, altre con l’esplicito obiettivo di attirare maliziosamente un uomo.
E’ un gioco erotico seduttivo che vede il piede svelarsi a poco a poco durante l’altalenante entrare e uscire dalla scarpa. Come se questo gesto ripercorresse una futura e bollente penetrazione sessuale. Dedicarsi al dangling prima del footjob, può rivelarsi un preliminare molto erotico.
A questo punto, dopo aver scaldato la situazione, si può passare al footjob vero e proprio.
Per farlo ci sono tecniche che lo rendono perfetto, addirittura si ottengono risultati migliori che per i ‘lavoretti di mano’.

Alcuni trucchi da conoscere per risultati eccezionali

Utilizzate sempre del buon lubrificante. Per rendere agevole la frizione del piede contro il pene eretto, è importante lubrificare la pelle. E’ essenziali per non provocare dolore e, almeno che non sia voluto, è meglio evitarlo. E’ possibile utilizzare qualsiasi tipo di lubrificane a base d’acqua o silicone, oppure anche un normalissimo olio per massaggi.

Le calze femminili. I feticisti amano le calze, si sa; ma in generale ogni uomo adora vedere delle gambe avvolte e strette in belle calza a rete, o in un sexy paio di autoreggenti. Anche l’occhio vuole la sua parte, e l’aspetto visivo aiuta a rendere incredibilmente seducente questo momento.

Aumenta l’attesa. Non andare dritti al sesso, ma accarezzate l’interno coscia dell’uomo, o i suoi genitali, con ancora le calze addosso. Rimandate il momento del piacere aumentando l’estasi dell’orgasmo con una piccola crudele attesa.

La posizione. La migliore posizione vede i due partner seduti uno di fronte all’altra, possibilmente con le braccia a farvi da appoggio.
Questo garantirà equilibrio e una presa migliore dei piedi sul pene da masturbare, ma otterremo anche un’altra cosa. Saranno esposti in bella mostra sia il seno che l’apertura delle gambe di chi si appresta a massaggiare il pene da stimolare.
Ovviamente, niente mutandine per un risultato ancora più hot.

Quando sarete entrambi eccitati, è il momento di sfilarsi le calze, e di distribuire generosamente il lubrificante. Anche sui piedi, non dimenticando le dita, che a breve faranno partire dei piccoli sfioramenti.

Ancorate delicatamente le piante dei piedi con in mezzo il pene, ormai ben eretto, e iniziate a fare lenti movimenti su e giù.
Variate ritmo e pressione, per vedere quali effetti e mugolii produce la vostra ‘preda’. Con le dita dei piedi potete esplorare lo scroto, massaggiare le palle, e risalire fino all’inguine, non facendo mai troppa pressione.
Potete anche interrompere per avvicinarvi e farvi ricambiare il piacere ricevendo qualche leccatina nei posti giusti.

Quando l’asta del pene è turgida e dura, potete iniziare a scivolare freneticamente su e giù, facendo una carezza più lieve sulla punta. Ora toccando il frenulo otterrete un piacere intenso e quasi incontrollato.

Siamo arrivati al momento di tensione massima. Se il vostro footjob è arrivato all’apice del piacere, vedrete i vostri piedi riempirsi di caldo sperma. Missione compiuta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *