L’Italia è il paese delle camgirl: oltre 40,000 attive

Non c’è dubbio che determinate attività ormai vengano svolte interamente online: ed il fenomeno delle camgirl non sembra fare eccezione. Per chi non ne sapesse nulla, si tratta di donne che decidono di cimentarsi in spettacoli su richista, a pagamento, in webcam, il tutto mediante determinati siti (ci sono anche molti video sui siti porno che mostrano questo genere di show, il più delle volte camgirl che parlano in inglese: i video con italiane sono un po’ più difficili da trovare).

Del resto il mondo delle pornostar professionista sembra quasi essere passato di moda, in qualche modo sono richieste nuove forme di intrattenimento per adulti: strip tease classico, dominazione, BSDM, masturbazione reciproca, varie forme di spettacoli fetish. Insomma: se pensavate che lavorare online fosse una palla per solitari, forse vi stavate sbagliando di grosso.

Abbiamo notizie delle prime camgirl italiane almeno dal 2011, anno in cui si è verificato un autentico boom – oltre 40,000 donne nel nostro paese ci hanno provato almeno una volta nella vita. Si tratta quindi di un vero e proprio business che, a nostro avviso, attende una regolamentazione vera e propria, nella speranza che venga compresa la cosa anche a livello di società. Non sarà banale accettarlo, ma nel frattempo i siti di camgirl continueranno a fatturare un sacco di soldi, e non è escluso che sempre nuove ragazze si faranno tentare dall’idea…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *